windows 10-mot de passe
Cose da geek

WINDOWS 10: Microsoft vuole liberarci (Finalmente) dalle password

Chi non si è mai strappato i capelli per una password dimenticata? Siamo sommersi da password che ci vengono imposte e che sono sempre più complicate,  aumentando il rischio di non diversificarle a sufficienza e di non modificarle regolarmente. D’altra parte non possiamo neppure passare la nostra vita a modificare i nostri identificativi! Non dispiacerà al Chief Security Officer che vaga tra gli uffici a caccia di una postazione di lavoro non bloccata ?.

Fortunatamente la password, parte della vecchia guardia dell’informatica, dovrebbe sparire poco a poco dalle nostre vite. Finalmente! In ogni caso Windows sarà messo sotto esame. Secondo il rapporto del 2017 presentato da Verizon, le password non sicure, infatti, sarebbero responsabili dell’80% dei casi di hacking! La password è grossomodo un aggeggio che fa impazzire tutti, la maggioranza delle persone non rispetta le indicazioni fornite, quindi … Le password sono sempre troppo deboli e facilmente craccabili. In conclusione: l’essere umano è vittima di una cospirazione, è necessario modificare la tecnologia e semplificargli la vita.

Per evitare all’utente la gestione quotidiana di password multiple complesse, è necessario permettergli di fornire delle informazioni non piratabili né annullabili o non rubate per la sua identificazione.

Per questo Microsoft sta lavorando all’autenticazione multifattoriale e la biometria. È molto più facile, infatti, scansionare il viso o fornire un’impronta digitale per collegarsi a un dispositivo anziché inserire una catena ostica di numeri e lettere presa dalla nostra memoria. Che bella manica di perdigiorno che siamo, eppure…

Sin d’ora oltre 47 milioni di utenti usano la connessione biometrica tramite Windows Hello di Microsoft , mentre Windows Hello for Business viene utilizzato in oltre 5.000 imprese.
Per evitare la password, è possibile utilizzare anche il proprio smartphone: grazie all’app mobile Microsoft Authenticator, ci si può collegare al proprio account Microsoft senza inserire password.

Naturalmente cambiare soluzione deve essere semplice da fare e, soprattutto, trasparente in termini di prezzo, altrimenti la rivoluzione non sarà priva d’intoppi. Occorre anche riuscire a modificare le abitudini degli utenti e vincere la diffidenza nel fornire i propri dati biometrici.

In attesa di un mondo digitale ideale liberato dal peso delle password, riuscireste a indovinare questa? —> “w**ove****m***et”

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.