Qui la Terra

Samsung, l’imballaggio ecologico e l’imballaggio eco-friendly

Udite, udite, cittadini del pianeta (in pericolo)! (rullo di tamburi) Samsung comunica oggi la sua nuova politica eco-friendly.


Imballare è bio

Il costruttore coreano lancia un programma di sostituzione della plastica dagli imballaggi passando a materiali più ecologici o meno nocivi per l’ambiente. A partire da inizio 2019, Samsung si impegna così a utilizzare carta, plastica riciclata e plastica biologica. Ciò riguarda gli imballaggi di qualsiasi prodotto o accessorio: smartphone, tablet, dispositivi connessi ma anche elettrodomestici.

La carta? Saranno utilizzate solo fibre certificate da organizzazioni ad hoc. E la plastica che protegge gli elettrodomestici? Si tratterà ormai solo di plastica riciclata a partire dai rifiuti. I sacchetti? Conterranno materiali riciclati, amido o canna da zucchero.

Una bellissima iniziativa a cui rendiamo omaggio, dato che Samsung arriva fino a sopprimere le finiture placcate dei suoi caricatori con finiture opache per bannare le pellicole plastificate di protezione.

Un’ondata eco-friendly per i giganti tecnologici

Eco-friendly, questa parola alla moda è diventata un inevitabile argomento di marketing. I giganti del settore lo sanno bene. E così rivaleggiano ormai anche in questo campo. Trasformare l’immagine di grosso inquinatore in azienda virtuosa è diventato un aspetto cruciale per ottenere/conservare delle quote di mercato, visto che la coscienza ecologica del pubblico sta crescendo rapidamente.

Così problemi ambientali, esaurimento delle risorse naturali, trattamento dei rifiuti, inquinamento, riciclaggio, fanno ora parte delle loro riflessioni e i mezzi di produzione e di distribuzione rientrano in una strategia detta “ecologica”. Il riciclaggio delle risorse, la riduzione dell’inquinamento generato dai prodotti, l’adozione di materiali “verdi” o più rispettosi dell’ambiente sono obiettivi annunciati. Samsung Electronics spiega inoltre che questa politica eco-friendly si farà anche se ciò causerà un aumento dei costi. Gioia.

Altre big firm fanno la stessa cosa. Chi non ha sentito parlare del 100% energie rinnovabili annunciato da Apple e promesso da Facebook? Numerosi datacenter si (auto)proclamano “verdi”, ciò che è un controsenso. Più credibili, gli sforzi incentrati sull’uso di materiali rimessi in circolo, come i recenti MacBook Air e Mac Mini interamente prodotti con alluminio riciclato.

Naturalmente, qualsiasi politica di riduzione degli impatti ambientali è ben accetta. E tu, tu che sei particolarmente sensibile agli argomenti eco-friendly nei tuoi acquisti o utilizzi high-tech?

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply