Cose da geek

L’iPhone XR è un buon affare?

Uscito alcuni mesi dopo l’iPhone XS e l’XS Max, l’ultimo arrivato della famiglia Apple è davvero sorprendente: non solo è meno caro, ma è anche più autonomo, più bello e più veloce. Le iniziative di Apple per abbassare il prezzo fanno dell’iPhone XR il migliore investimento del momento?  

Di che si tratta?

Prima di andare oltre è necessario parlare delle caratteristiche tecniche. L’iPhone XR è dotato di:

  • Uno schermo LCD da 6,1” che occupa il 79% della parte anteriore; questo schermo ha una definizione di 1792 * 828 pixel e una risoluzione di 326 dpi.
  • Un processore Apple A12 Bionic, con 6 core da 2,49Ghz (il migliore in circolazione).
  • 3 GB di RAM e 64, 128 o 256 GB di capacità di archiviazione.
  • Una batteria da 2942mAh (assolutamente nella media).
  • Un sensore posteriore da 12 megapixel con una focale da 26mm e un sensore anteriore da 7 megapixel (lo stessso sensore posteriore in dotazione all’obiettivo principale dell’iPhone XS).
  • Un’impermeabilità certificata IP67 (significa semplicemente che può resistere immerso a 1 metro di profondità per 30 minuti).

Come già evidenziato dai più agguerriti di voi, l’iPhone XR propone lo stesso processore dei nuovi smartphone della Apple, gira sullo stesso iOS 12; ciò gli permette di beneficiare delle ultime novità del sistema (i Memoji, la versione più completa Siri, la sicurezza di Face ID) ed è in grado di realizzare foto in modalità ritratto (soggetto messo a fuoco e sfondo sfocato) grazie a un software e nonostante l’assenza di un secondo sensore posteriore.

Perché è meno caro?

In cosa si differenzia l’iPhone XR dai telefoni di fascia superiore? Per le sue dimensioni intermedie, già, una via di mezzo tra l’XS e il Max (schermo da 6,1” rispetto ai 5,8 dell’ XS e i 6,5 dell’XS Max), e per due importanti caratteristiche: lo schermo e la fotocamera.

Lo schermo è dotato di uno display LCD anziché OLED come i suoi simili. Ciò significa, sulla carta che l’iPhone XS permette dei contrasti più pronunciato e una migliore definizione (1920 * 1080, considerato che l’XR non è Full HD 😲). Concretamente, però, la differenza è quasi impossibile da percepire, a meno che non si abbia una vista da lince (oltre ad averlo effettivamente provo) o s’intende utilizzarlo come strumento multimediale principale.

La fotocamera, poi ha fatto consumare tanto inchiostro in fatto di recensioni. L’unico sensore posteriore dell’XR non permette di comprendere la profondità come i due obiettivi dell’iPhone XS. Questa caratteristica ha delle ripercussioni sulla modalità ritratto, che non è in grado di realizzare foto se non individua dei visi umani, decretando quindi la fine dei servizi fotografici al vostro gatto. Tuttavia l’XR riesce sempre a filmare in 4K fino a 60 fps, proprio come l’XS.

Queste differenze con le versioni di alta gamma giustificano la differenza di prezzo? Giudicate voi, ma continuate a leggere.

Più autonomo, più bello e più veloce

Quel che sorprende di più è che l’iPhone XR riesce persino a fare meglio dei suoi fratelli maggiori. In primo luogo, la sua batteria dura una giornata e mezza, contro una giornata dell’XS. In secondo luogo, con un processore identico e 1 GB di RAM in meno, supera anche di un fps i risultati dell’iPhone XS, testati sulle stesse applicazioni. tutto ciò lo rende, il dispositivo iOS più veloce al mondo, il che significa ovviamente che potrete giocare a Fortnite, The Sims o a FIFA tranquillamente con la miglior grafica possibile.

Inoltre diventa davvero difficile paragonare l’XR all’XS o a qualsiasi iPhone senza soffermarsi sulla vasta gamma di 6 colori. Avete sempre desiderato avere un iPhone giallo brillante? Arancione? Ebbene, ora finalmente è possibile.

Quindi se avete una mano abbastanza grande da tenerlo (cosa che, va detto, non è da tutti), l’iPhone XR è un davvero un ottimo affare. A maggior ragione considerando che il prezzo è destinato a scendere dopo il keynote di Apple, previsto per settembre prossimo.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.