Qui la Terra

Ciao plastica

Le materie plastiche rappresentano oggi oltre il 12% dei rifiuti solidi generati dall’umanità rispetto all’1% degli anni 60. Think Beyond Plastic è un incubatore dedicato alle nuove aziende che combattono questa sfida ambientale decisamente preoccupante.Per raggiungere questo obiettivo, è stato creato un programma di otto settimane volto ad aiutare le aziende a crescere il più velocemente possibile con l’aiuto di finanziamenti e consulenze rese possibili dai Business Angels che lavorano a stretto contatto con la struttura. Ci sono attualmente 14 progetti in corso, costituenti la terza serie di start-up sostenute dall’incubatore.

capture-d_ecc81cran-2016-04-05-acc80-13-09-45-300x88

Di questi, eccone 3 piuttosto interessanti:

Renew 3D recupera la plastica destinata all’abituale messa in discarica e la converte in plastica di alta qualità utilizzabile in modo sostenibile da stampanti 3D!

Black Lodge Design Lab sta sviluppando un’alternativa al polistirolo che sia durevole, economica e biodegradabile. 3 volte più resistente dell’acciaio, è composta al 97% di aria. Insomma, abbastanza per far sognare anche Iron Man.

Thread International recupera i rifiuti di plastica raccolti da lavoratori nei paesi in via di sviluppo e li re-inserisce nel settore tessile dopo averli trattati! From Ground to Good.

Per ulteriori informazioni riguardo TBP e le altre iniziative incubate, clicca qui. Ah, no, .

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.