Cose da geek

7 iPhone vs Samsung Galaxy S8: chi vince la gara della riparabilità?

L’indice di riparabilità rappresenta uno dei criteri di acquisto di uno smartphone.  Un criterio sempre più in cima alle preoccupazioni dell’acquirente, visto il costo di acquisto di questi oggetti divenuti ormai indispensabili nella vita quotidiana, ma anche perché è sempre più alto il numero di coloro che desiderano sapere se il loro acquisto sarà facilmente ricondizionabile in futuro, in modo che possa vivere una seconda bella vita!

L’indice di riparabilità di uno smartphone

Su iFixit, wiki specializzata nei manuali di riparazione, agli smartphone viene assegnato un voto in base a una serie di elementi di confronto quali la facilità di smontaggio, la modularità dei componenti o la tipologia degli strumenti di manutenzione.

L’indice di riparabilità dell’iPhone 7

Lo smartphone della Apple ottiene un indice di riparabilità di 7 su 10.
Il buon punteggio ricevuto da questa discreta valutazione è attribuibile innanzitutto a una serie di caratteristiche quali la facilità di accesso alla batteria, la fissità del tasto home e la migliorata protezione da acqua e polvere.

D’altra parte, l’aspetto negativo di questa rivisitazione della tenuta è indubbiamente la maggiore difficoltà di riparazione. Anche il gigante californiano non può fare una frittata senza rompere le uova!

Come avviene solitamente per gli iPhone, il primo componente da rimuovere sarà lo schermo, ma l’operazione è più difficoltosa rispetto a prima. Le nuove viti tri-point rendono le riparazioni meno agevoli poiché richiedono non meno di 4 cacciaviti diversi!

L’indice di riparabilità del Samsung Galaxy S8

Allo smartphone coreano viene attribuito un indice di riparabilità di soli 4 punti.
Nemmeno la media? Compito da rifare, signor Samsung!
La maggior parte dei componenti possono essere sostituiti in modo indipendente. Tuttavia, il rischio di rottura del vetro è raddoppiato visto che sia la parte anteriore sia quella posteriore del dispositivo ne sono provviste.

Inoltre, le parti interne non sono facilmente raggiungibili data la presenza di materiale adesivo incollato al vetro. Infine, la sostituzione del vetro frontale comporta il grosso rischio collaterale di rottura dello stesso schermo curvo. Inquietante!
Occorre anche rilevare che l’operazione di sostituzione della batteria è ostacolata dalla presenza di adesivo a forte aderenza. Terribile!

Verdetto

Sembra quindi che il Galaxy S8 subisca una sonora sconfitta e che il vincitore del duello tra i due “bestseller” sia incontestabilmente l’iPhone 7. Complimenti!

Occorre tuttavia tenere presente che, rispetto ad altri smartphone attualmente in commercio, questo indice di 7 non è una panacea. Ve ne sono di meno noti, meno glamour, meno di tendenza che lo superano ampiamente sotto l’aspetto della riparabilità. Adesso tocca a voi con l’aiuto di iFixit: un acquisto di moda o un acquisto che tenga conto del reimpiego?

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply TheDark52 August 14, 2017 at 6:04 am

    Classificare 2 dispositivi solo per l’indice di riparabilità è troppo poco. Ok, ma dovreste includere anche altro.

  • Leave a Reply

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.