Tutorial

10 luoghi comuni sulle batterie degli smartphone: distinguiamo il vero dal falso

Fortemente sollecitata da un uso intensivo, la batteria dello smartphone è spesso e volentieri il suo tallone d’Achille, l’autonomia infatti, è un importante criterio di soddisfazione dei clienti. Cosa bisogna fare per conservare nel miglior modo possibile la batteria? Ecco le risposte a 10 luoghi comuni che circolano.

1. La batteria deve essere totalmente vuota prima di essere ricaricata: FALSO

Nell’era delle batterie al litio, quest’idea, valida per le batterie al nichel, non è più applicabile. È meglio effettuare tante piccole ricariche nella stessa giornata. Metti in carica al 20% o al 30% e scollega al 70% o al 50%: effettuerai il 50% di ricarica, ossia metà ciclo.


2. La ricarica è più efficace tramite PC: FALSO

Al contrario, usa piuttosto un adattatore che fornisce un’intensità come minimo due volte superiore a quella della porta USB di un PC. Il telefono si ricarica perciò, due volte più velocemente su una presa di corrente. Inoltre, la produzione di calore è minima, preservando la batteria nel tempo.


3. È dannoso lasciare un cellulare in carica tutta la notte: VERO e FALSO

Sebbene il caricabatterie si interrompa non appena la batteria ha raggiunto il 100% di carica, quest’ultima si scarica lentamente da sola, anche se il telefono viene lasciato a riposo. Un caricabatterie collegato tutta la notte si riavvia perciò, ogni volta che rileva una micro scarica del telefono. Questa successione di mini-scariche, mini-ricariche e mini-interruzioni comporta un inutile surriscaldamento del telefono che, sul lungo termine, può influire sulla durata della batteria


4. Il freddo influisce sull’autonomia dello smartphone: VERO

Più fa freddo, più la reazione chimica della batteria è lenta. Se la tensione diminuisce troppo, il telefono può interpretare questo calo come il segnale di una batteria scarica. Di conseguenza, il telefono si spegnerà senza che la batteria sia realmente vuota. Prevedi un calzino portacellulare per l’inverno!


5. Per potenziare un iPhone lento è sufficiente sostituire la batteria: FALSO

La lentezza di un iPhone può essere dovuta all’eccessivo consumo di energia da parte delle applicazioni, specialmente su un dispositivo un po’ vecchio. Spesso infatti, le applicazioni non sono ottimizzate e possono consumare molte risorse. La lentezza del telefono può derivare anche da prestazioni rallentate volontariamente da Apple allo scopo di preservare la batteria sugli iPhone 6, 6S, SE, 7 e 7Plus.


6. Disattivare tutte le applicazioni consente di allungare significativamente l’autonomia del telefono: FALSO

Il fatto di chiudere sistematicamente tutte le applicazioni, implica il loro riavvio al successivo utilizzo del telefono. E l’avvio di un’applicazione consuma molta più energia rispetto a lasciarla aperta. Naturalmente, disattivare servizi come 3G, GPS, wifi e Bluetooth, che consumano molte risorse, consente di risparmiare un po’ di autonomia, ma non aspettarti miracoli!


7. Ridurre la luminosità del display consente di risparmiare molta energia: VERO

Per diminuire il consumo di energia, è meglio abbassare la luminosità dello schermo. Riducendola di metà, è possibile guadagnare più di 3 ore di riproduzione video. Ricordati inoltre, che consultare senza sosta lo smartphone mette continuamente lo schermo sotto tensione, consumando molta energia


8. Una batteria può esplodere o andare in fiamme: VERO

Per alcune batterie, si possono verificare dei problemi di surriscaldamento. Come è successo ad esempio, per alcune batterie del Samsung Galaxy Note 7. Si tratta però, di un rischio molto basso, che potrebbe essere provocato dal design troppo sottile di alcuni dispositivi, soggetti ad un surriscaldamento che può portare ad un’esplosione.


9. Qualsiasi batteria più performante migliora l’autonomia del telefono: FALSO

Non fidarti degli annunci dei venditori “senza marchio”, che ti promettono di migliorare l’autonomia dello smartphone. La compatibilità non è garantita, anche se le pubblicità dicono il contrario, e alcune batterie non rispettano nemmeno le normative europee. Sussiste inoltre, un rischio di danneggiamento del dispositivo.



10. Il caricabatterie ufficiale è indispensabile: FALSO

Naturalmente, è possibile utilizzare un caricabatterie che non è della stessa marca del telefono, anche se i discorsi marketing sostengono il contrario. I produttori hanno un evidente interesse commerciale nello spingere i clienti ad utilizzare i loro caricabatterie. I caricabatterie di marche diverse rispetto al cellulare, sono meno cari, ricaricano il telefono alla stessa velocità e non hanno alcun effetto negativo sulla durata della batteria.


La batteria del tuo adorato smartphone mostra segni di stanchezza? Conservala nel miglior modo possibile, seguendo i consigli sopraindicati, e dai un’occhiata alle offerte di smartphone ricondizionati Back Market !

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.